1. Questo sito utilizza i cookies. Continuando a navigare tra queste pagine acconsenti implicitamente all'uso dei cookies. Scopri di più.

Nikolina sustic, nuova atleta raidlight internazionale

Discussione in 'I nuovi membri, presentarsi qui...' iniziata da Enrico Raidlight (IT), 9 Agosto 2016.

?

Vi piacerebbe vedere Nikolina alle prossime Olimpiadi?

Sondaggio terminato il 9 Febbraio 2017.
  1. Si, molto

    100,0%
  2. Secondo voi in che specialità?

    0 valutazioni
    0,0%
  3. Lo seguirete anche in altri eventi? se si, perchè?

    100,0%
Sono ammessi Voti Multipli.
  1.  
    Enrico Raidlight (IT)

    Enrico Raidlight (IT) Membro dello Staff

    Messaggi:
    64
    "Mi Piace" ricevuti:
    12
    Piccola intervista della grandissima e dolcissima atleta appena entrata a far parte del Team Raidlight Internazionale.

    Chi sei, presentati?
    Sono Nikolina Sustic, nata nel 1987 a Spalato, Croazia. Il mio è un piccolo ma bel paese a forma di volatile, sul mare Adriatico....
    Ho una sorella gemella, che pratica canottaggio e triathlon, e una sorella più grande di noi, che ci ha spinti a praticare sport. Tutti e tre giocavamo insieme a basket. Io per più di 7 anni ho giocato nella lega professionistica, poi alla fine del periodo di facoltà (all'età di 23-24) ho iniziato a correre a piedi e ben presto mi sono innamorato di questo bellissimo sport.
    Dopo la laurea di master presso la facoltà di ingegneria elettrica e informatica, ho iniziato a lavorare per la società Ericsson, e per un certo periodo lavoro a Stoccolma in Svezia, dove c’è la sezione centrale, per il resto vivo e lavoro in Croazia.

    Correre è la mia passione e ne ho fatto uno stile di vita.
    Mi piace correre tutte le distanze, dalle gare su strada ai trail, dalle mezze maratone alle ultramaratone.... Ma per ora, corro più gare di ultramaratone e maratone. Ho perso la possibilità di partecipare alle Olimpiadi di Rio per poco, a causa di un infortunio nel momento importante della preparazione, ma sono fiduciosa e piena di speranza per poter correre le Olimpiadi di Tokyio quando sarò ancora abbastanza giovane per la maratona.
    Quello che amo di più, sono le montagne, ma ancora non ho avuto abbastanza opportunità di partecipare a tante gare di montagna, ma spero in futuro di poterne correre diversi...,ovviamente il mio più grande sogno è UTMB. Un sacco di volte ho sognato una vittoria li....


    Come sei diventata un’atleta di ultramaratona?
    Nel primo anno della mia carriera di corsa ero curiosa di scoprire questo nuovo sport. Stavo leggendo alcuni articoli su ultramaratone e ho visto che si stava organizzando il Campionato Croato della 12h in occasione della gara internazionale Forest Gump,... Si può immaginare come è andata a finire. Ho sempre voluto fare qualcosa di straordinario e di spostare la mia asticella… ho ottenuto uno dei migliori risultati al mondo delle donne nel 2011 sulla specialità delle 12h (record assoluto croato), inoltre sono stata la più giovane atleta a correre quella distanza, in quanto in quel momento avevo meno di 24 anni. Cosi è venuto fuori il mio talento per la corsa ultra.... è una sorta di dono di Dio per me e so che posso fare qualcosa di buono durante la mia vita in questa specialità....

    Dopo quella ultramaratona, mi sono accorta che i miei muscoli e i tendini erano ancora fragili e delicati per quelle lunghe distanze, e forse stato troppo per una principiante, ho passato alcuni lunghi periodi di infortuni, dove riuscivo a correre poco e di tanto in tanto... ma, rimasi forte nella mia volontà di continuare con il mio amore... Tutto viene e va, anche i periodi id infortuni... la vita è sempre un su e giù, c’è solo bisogno di tanto amore e passione, che a me non mancano mai. C'è sempre speranza e dopo ogni acquazzone, arriva il sole....

    Negli ultimi 2 anni volo da una gara all'altra.... da quel momento ad oggi ho corso tante gare, solo nell’ultimo anno, 2015, ho corso 3 volte la distanza della 100km, 1 50km, 4 gare di montagna, 15 maratone….con molte vittorie.


    Cosa può fare per te la Raidlight coerentemente con i tuoi valori e alla tua concezione di sport?
    Posso dire che sono davvero felice e orgogliosa di diventare un membro del Team Raidlight, e sono sicuro che questo sia il modo giusto per me per reindirizzarmi sulle gare di trail e sky running, che sognavo da tanto. Per il mio punto di vista, correre in natura è molto più bello e più sano rispetto alle gare su strada.


    Quali sono I tuoi prossimi obiettivi?
    I miei principali obiettivi principali di quest'anno sono: Campionati del Mondo della 100km a Los Alcàzares, Spagna (27 Novembre); Campionati del Mondo della 50km a Doha, Qatar (11 Novembre), Jungfrau Marathon, Svizzera (10 Settembre), Campionati del mondo di ultra trail Geres, Portogallo (29 Ottobre), e pianificare di correre almeno 5-6 maratone su strada fino alla fine dell'anno. Attualmente il mio risultato sulla 100km, nel 2016 è il secondo miglior risultato del Mondo dell’anno.
    Nel frattempo il 31 Luglio ha vinto la 50km del Gran Sasso con il record del percorso, 3.55.07.

    Per il 2017 il mio sogno è UTMB, e in programma quella di correre molte gare trail, inoltre nella lista c’è anche la Comrades Marathon di 90km in Sud Africa…

    In futuro, mi piacerebbe correre almeno 2 Olimpiadi, prima a Tokyo 2020 nella specialità della maratona, con la speranza che la disciplina del trail running venga introdotta alle Olimpiadi...


    Da runner, cosa vi aspettate dalle vostra attrezzatura?
    Sinceramente la mia attrezzatura per le corse in montagna non sono buoni, ma ora con le attrezzature offertomi dalla Raidlight sicuramente saranno perfette per i trail e lo corse in montagna. Mi sto documentando molto sulle caratteristiche tecniche delle diverse attrezzature Raidlight. Mi aspetto attrezzature che potrò utilizzare in diverse condizioni atmosferiche, giacca, maglietta, pantaloni, zaini, ... da utilizzare in quelle folli e imprevedibili corsa in montagna che andrò ad affrontare...

    Secondo te, quali sono i punti chiave per avere successo nel Trail running/Ultra trail/Maratone?
    Secondo me i punti chiave per avere successo è quello di avere, prima di tutto un grande cuore e tanta passione. Naturalmente, per affrontare queste discipline è necessario disporre di una testa forte….

    Il mio modo di correre e allenarmi è personale e molto specifico, io sono il mio allenatore, e i miei allenamenti sono basati solo sul sentimento, nessun programma .. Inoltre, mi piace correre tante gare, quindi posso dire che le gare che affronto sono tutti allenamenti specifici e mi fanno crescere psicologicamente. Anche se mi rendo conto che per alcune gare come l’UTMB dovrei fare una buona preparazione perché non è possibile seguire solo “il talento e il cuore”. Questa gara merita grande rispetto...


    Quali sono i vostri suggerimenti per una sostenibile carriera da running?
    Continuare a correre con il sorriso, con la voce che viene da dentro. Questa è la base di tutto questo.
    Mi piace questa citazione: "Bisogna avere molta passione per fare questo, perché è molto difficile, e se non c’è l’hai, qualsiasi persona razionale mollerebbe... guarda ciò che brucia nel tuo cuore, segui i tuoi sogni...”

    Il mio obiettivo è quello di essere in grado di correre il più a lungo che posso ... avere sempre un sorriso, perché la corsa è la mia felicità....

Condividi questa Pagina